Lanzarote – Canarie-

Lanzarote è una destinazione ideale per il kitesurf sia che siate principianti che esperti waveriders; eccellenti statistiche di vento, onde di qualità, spiagge infinite e pochissima gente sia in acqua che fuori. A tutto questo aggiungete che Lanzarote è una destinazione vicina ed economica ed il gioco è fatto.

Famara

La Spiaggia di Famara è lo spot per eccellenza di Lanzarote. Certo non è l’unico, ma sicuramente è il più frequentato e quello con le condizioni migliori e maggiore frequenza di vento.

La caletta di Famara è una baia lunga circa 7 chilometri che si protrae dal paesino di famara alla montagna del Risco a nord. La zona kitesurf è quella più a nord, proprio sotto la montagna, mentre la parte più vicina al paese è riservata al surf. 

Il vento che soffia generalmente da nord est si incanala proprio lungo la montagna accelerando sulla spiaggia e soffiando quindi side on. Si tratta per lo più dell’aliseo che tocca il suo apice nel mese di luglio, ma soffia anche durante la primavera e l’inverno, calmandosi in genere da settembre a fine novembre.

Le onde seguono un andamento quasi inverso poichè le swell più grandi arrivano in genere proprio in autunno, generalmente da ovest o da nord, tuttavia swell significative possono raggiungere l’isola anche negli altri mesi dell’anno. L’estate è il periodo in cui in genere le onde sono meno consistenti.

A Lanzarote la differenza fra alta marea e bassa marea può essere anche di 2 metri e questo significa che durante una stessa giornata è possibile trovare condizioni e scenari radicalmente differenti. Con marea bassa le onde sono più ripide ma in genere anche più basse e meno potenti, mentre con la marea piena le onde si fanno più alte e morbide.

Per i principianti in genere è consigliabile scegliere i momenti di bassa marea. Anche in acqua non c’è alcun ostacolo, non ci sono rocce o reef: solo spiaggia a non finire. Inoltre vento e correnti tendono a riportare i principianti sempre all’interno della baia, per cui non ci sono pericoli rilevanti. Le onde rappresentano l’unica difficoltà per i principianti ai primi bordi, tuttavia in estate è anche possibile imbattersi in momenti completamente flat.

Più o meno di fronte alla zona kitesurf, non troppo distanti dalla riva, ma abbastanza da non creare fastidio, ci sono alcune rocce emergenti raggiungibili con qualche bordo. Lì intorno non è infrequente imbattersi in pesci volanti e nelle giornate più limpide è difficile non restare impressionati dai colori del Risco che si tuffa nell’oceano.

Il punto più a nord della spiaggia, detto il papelito, ha la caratteristica diavere onde più piccole, almeno vicino riva, quindi se siete principianti questo è il posto perfetto!

Leave a Reply